Pensioni minime e tredicesime non per tutti

Pensioni minime e tredicesime non per tutti

Quando il lettore/ascoltatore medio italiano residente nel Belpaese legge/ascolta di Germania, la prima cosa che probabilmente penserà è che si tratta in questo momento del paese più stabile in Europa. I dati macroeconomici sembrano parlare chiaro: i tassi di disoccupazione, in special modo nelle regioni occidentali come la Baviera, sono... Continua »
Il trasloco di Soros a Berlino  2/2

Il trasloco di Soros a Berlino 2/2

Comunque sia, ora la patata bollente passa alla Germania del sempre più fragile governo Merkel. La citata decisione di George Soros di trasferire il suo quartier generale da Budapest a Berlino è altamente simbolica. Si potrebbe altresì definire come una retorica ma al tempo stesso coerente discesa nel bunker di... Continua »
Un esperimento

Un esperimento

Non dev’essere stato facile per i tranquilli abitanti della sonnolenta Castelfranco Veneto svegliarsi a causa delle grida di qualche centinaio di persone che nella via principale urlavano slogan contro gli stranieri e la stampa bugiarda. A far scendere nella pubblica piazza questi giovanotti, probabilmente con ancora in sangue il vino... Continua »
La questione orientale

La questione orientale

Esattamente una settimana fa iniziavano i cosiddetti fatti di Chemnitz. Riepiloghiamo la vicenda per chi non l’avesse seguita: verso le 03:00 di notte di domenica 26 agosto un tedesco di origini cubane di 35 anni viene accoltellato a morte da due stranieri, uno siriano e l’altro iracheno, dopo un vivace... Continua »
Divide ma non impera

Divide ma non impera

Oggi parliamo di un paese la cui situazione politica si sta caratterizzando per una litigiosità e precarietà senza sbocchi. Il paese in questione era andato a votare nel settembre dello scorso anno e i risultati elettorali non diedero la possibilità di formare una chiara maggioranza. Nessun partito ne usci vincitore... Continua »
La coerenza tedesca

La coerenza tedesca

Qualche volta fa bene, è salutare e ci consente di riprendere fiato guardarsi addietro ed osservare a che punto siamo arrivati rispetto alle nostre passate aspettative. Certo, questa introspezione verso il passato paragonata con la nostra situazione presente può essere fonte anche di sofferenza, delusione, rabbia rispetto a nostri precedenti... Continua »
Si inizia a ballare

Si inizia a ballare

Le cronache politiche della stampa tedesca negli ultimi giorni sono state dominate dal panico per la formazione del nuovo governo italiano, cosiddetto “populista“, che rischia di distruggere il sogno europeo. Non vi tedierò con la traduzione di tutti gli articoli nemmeno troppo velatamente razzisti nei nostri riguardi; basterebbe mandarvi il... Continua »
Ritorno al passato

Ritorno al passato

Diverso tempo fa mi ero recato nel quartiere orientale di Marzahn per raccogliere delle opinioni da parte dei suoi abitanti sullo stato del loro Bezirk. Ho detto orientale poichè Marzahn faceva parte di Berlino Est ed ancora oggi da parte di molti tedeschi esso è sinonimo di grigiore socialista ed... Continua »
Repetita forse iuvant

Repetita forse iuvant

In questo mio breve contributo sulla situazione economica del paese leader d’Europa vorrei proporvi una serie di brevi lampi statistici che possano illuminare il lettore sulle condizioni esistenziali di diversi milioni di individui, tedeschi e non, che non figurano nella tabella dei disoccupati in quanto svolgono un’occupazione, com’è logico che... Continua »
Election days passati e futuri

Election days passati e futuri

Tema ricorrente di quest’ultimi giorni è quello delle elezioni italiane e anche noi difficilmente potremmo esimerci dal parlarne, con un occhio sempre di riguardo verso la situazione tedesca. A prescindere dai calcoli sulla possibilità  o meno di formare una maggioranza tra i grillini, tra quel che rimane del PD e... Continua »
L’elogio della follia 2.0

L’elogio della follia 2.0

C’è poco da fare, ammettiamolo. Anche le persone più critiche nei confronti della realtà germanica non possono negare che i tedeschi avranno di sicuro mille pecche da farsi perdonare ma almeno non difettano della coerenza e della tenacia nel perseguire i propri obiettivi. La caratteristica più sorprendente della Germania di... Continua »